Ambasciata della Repubblica di Moldova nella Repubblica Italiana

Annunci

Cari amici, Vi aspettiamo,

Giovedì, 31 agosto 2017, ore 18.30, a “Liberamente Osteria”, Piazza del Campo, 27, Siena, all’Apericena di beneficenza: il ricavato sarà devoluto alle pazienti oncologiche della Repubblica di Moldova per l’acquisto di parrucche.

Sincera gratitudine al Console Onorario Alessandro Signorini, alle Dott.sse Simona Dei, Silvia Pompilio, Gloria Turi, agli artisti la senese Silvia Forzoni e l’artista moldavo Vasile Botnaru, a “Liberamente Osteria”, a tutti coloro che rendono possibile questa nobile iniziativa!

Il ricavato dell’evento sarà devoluto alle pazienti oncologiche della Repubblica di Moldova, alle quali lo stato non offre, a differenza dell’Italia, il contributo parrucche, la cura dell’aspetto estetico quando si subiscono cure pesanti come quelle legate ai chemioterapici incide sull’aspetto psicologico positivamente, aiutando così anche il nostro sistema immunitario nella battaglia contro il male del secolo.

Esperienze a confronto Consigli utili per una alimentazione sana per prevenire patologie oncologiche, la cultura del cibo è oggi tema di grande attualità, riviste, libri, trasmissioni televisive e radiofoniche dedicano spazio agli alimenti, il biologico ma non solo, la ricerca di metodi alternativi agli antiparassitari e anticrittogamici chimici con soluzioni sempre più naturali e di minore impatto sulla chimica del nostro corpo già molto esposta ai bombardamenti di smog e contaminazioni di ogni tipo così dannose per la salute, forti del concetto che la salute inizia proprio con quello che mangiamo.

Sarà presente il console onorario della Repubblica di Moldova dott. Alessandro Signorini ed anche l’Ambasciatrice della Repubblica Di Moldova in Italia SE Stela Stingaci, un tandem istituzionale sempre più affiatato, continuamente impegnato alla promozione del piccolo paese che storicamente è legato all’Italia fin dai tempi dell’impero romano di cui era un avamposto, solo attraverso eventi e momenti di incontro la conoscenza di usi e costumi può diventare di dominio comune. Grazie alla sensibilità e disponibilità di “Liberamente Osteria” e degli artisti la senese Silvia Forzoni, l’artista moldavo Vasile Botnaru che dipinge con il vino, metteranno all’asta le loro opere. Opere de grande valore culturale.

Senza la collaborazione di persone attive e disponibili eventi di questo tipo non sarebbero possibili, ne servirebbero sempre di più, organizzarne serve anche a stimolare lo spirito emulativo di altri che hanno bisogno di uno sprone in più per agire.

Vasile Botnaru, giornalista che dirige il canale moldavo dal nome eloquente, “Radio Free Europe”, ha studiato a Mosca e si è impegnato nel rinnovamento giornalistico e mediatico del paese. Il motivo centrale cui si ispira è il “Villaggio moldavo” come fonte di energia vitale. Le sue grafiche utilizzano una tecnica che lui stesso definisce “enografica”, perché utilizza il vino, sono vivaci ed espressive; i soggetti rimandano alla vita quotidiana dei contadini e alle loro tradizioni pittoresche, vi sono paesaggi della campagna moldava e volti, con le emozioni che sottendono e che suscitano.

Silvia Forzoni: classe 1972, senese doc, inizia la sua formazione presso l’istituto d’Arte Duccio Di Buoninsegna, la prosegue presso la Scuola Internazionale di Incisione Il Bisonte e consegue il Diploma di Laurea all’ Accademia di Belle Arti di Firenze. In una esperienza in U.S.A., si avvicina all’aspetto curativo dell’ arte, si è iscritta al programma di arte terapia presso l’ Art Therapy Italiana di Milano. Dopo il primo anno di formazione si dedica attivamente alla terapia nei laboratori di sostegno psico-emotivo per giovani a rischio e per adulti che vivono l’esperienza della malattia o di un trauma. Interessata dall’aspetto liberatorio e curativo dell’arte, Silvia si muove spaziando fra la sua ricerca artistica personale, realizzando mostre individuali e collettive, e il desiderio di condividere e stimolare, a livello sociale, l’importanza dell’ arte come risorsa per il benessere, realizzando laboratori artistici, creativi e di arte terapia. Dal 2010 al 2014 ha vissuto a Porto Rico, ed ha avuto la possibilità di collaborare con il MAPR ( Museo Arte Porto Rico) e con ICP ( Istituto di Cultura Portoricana) realizzando laboratori artistici, corsi per lo sviluppo della creatività ed esposizioni dei laboratori effettuati.

Dal suo rientro in Italia oltre ad aver realizzato diverse mostre, collabora con l’Associazione Serena onlus come arte terapeuta.

Cari amici, vi invitiamo a aderire a queste nobile iniziativa
Sincera gratitudine al Console On
L’iniziativa di creare un punto